Share

Giornata per l’Effusione dello Spirito Santo Milano e Torino – cronaca

Domenica 19 marzo le sorelle ed i fratelli delle Comunità di Milano e di Torino si sono ritrovati nella Parrocchia S. Pietro in Sala a Milano per vivere insieme, in Gesù e nella sua gioia, la giornata Comunitaria per l’effusione dello Spirito Santo. per cronacaNumerosi i fratelli e le sorelle, le famiglie, i bambini che con il loro “essere piccoli” ci hanno ricordato le Parole di Gesù: “…chi è come loro appartiene al Regno di Dio…chi non accoglie il Regno di Dio come un bambino non entrerà in esso…”. Voci unite in un’ unica voce, mani alzate al Cielo, accompagnano il canto di lode “Popoli tutti acclamate “ con cui inizia la nostra giornata. Canti nel dono delle lingue sfociano dai nostri cuori e dalle nostre labbra…sentiamo nello spirito che ognuno di noi è pensato, voluto, amato dal Signore, che ciascuno è prezioso e speciale ai suoi occhi, sentiamo che lo Spirito Santo scende su di noi per guarire i nostri cuori feriti, per sanarli e per colmarli di gioia.  Il passo profetico “Hai cambiato il mio lamento in danza” (Sal 30, 12-13) ne dà conferma. Il gruppo canti intona il canto “Abbà Padre”, ci prendiamo tutti per mano come fratelli alla presenza di un solo Padre. Alcuni di noi continuano a non sentirsi liberi, ma un abbraccio fraterno, una preghiera, uno sguardo, trasmettono loro l’ Amore del Padre e tra lacrime di liberazione e di consolazione e sorrisi che rischiarano il volto, ringraziano Gesù per il dono che hanno ricevuto. La mattinata prosegue con l’ insegnamento della Delegata Marialuisa D’Angella che riguarda il tema della giornata: “Immersi nello Spirito”; con entusiasmo annuncia che quello che stiamo vivendo è un giorno di grande festa per gli effusionandi e per tutti, perché grazie a loro anche noi riviviamo il giorno della nostra effusione e abbiamo conferma del cammino voluto dal Signore per ciascuno di noi. Marialuisa ci porta a riflettere su cosa è lo Spirito Santo, come si manifesta, come agisce nella vita dell’uomo, cosa vuol dire essere carismatici, e pone l’ attenzione sui Sacramenti e la loro importanza e conclude ricordando che l’ Amore è il comandamento più grande e legge il Passo di Paolo della I Corinzi 13. Durante la S. Messa, le parole del Sacerdote celebrante confermano quanto abbiamo ascoltato poco prima nell’ insegnamento, lode a Gesù! Nel pomeriggio resta nei nostri cuori il desiderio di immergerci ancora nell’Amore del Signore; eleviamo un forte canto di lode che continua in una invocazione corale allo Spirito Santo, con il rinnovo delle promesse battesimali e l’accensione di una candela che ciascun effusionando porterà con sé al momento dell’effusione, come segno della fede che deve restare accesa. Mentre prosegue la preghiera nel cenacolo, il Signore dona un altro passo profetico tratto dal Deuteronomio 29,11 con il quale ci dice di stringere con noi una nuova alleanza per la quale ci chiede un giuramento solenne riguardante non soltanto noi, ma anche i nostri discendenti! La giornata si conclude festosamente con le testimonianze che gli effusionati hanno voluto esternare a tutta la Comunità e con una preghiera di benedizione fatta sui bambini da parte dei Responsabili e di tutta l’assemblea.

 

IMG-20170322-WA000520170318_174650 per cronaca