Tutto cominciò nel 2001, quando si presentarono i primi problemi alla colonna vertebrale, con ernie lombari e cervicali che mi causavano anche mancanza di equilibrio. Fui operato, ma le mie condizioni non migliorarono; anzi, in seguito a un intervento al femore sinistro, ai vari dolori che già avevo si aggiunse una trombo-flebite all’anca e una forte depressione.

Ero arrivato al punto di dover usare le stampelle per poter camminare. Ma soprattutto la depressione aumentava ogni giorno di più; tanto che una notte, mentre mia moglie dormiva, pensai di prendere la macchina per farla finita. Però non ne ebbi il coraggio.

Piansi tanto; forse la grazia del Signore iniziava a entrare dentro di me.

Ero imbottito di farmaci e la mia vita diventava sempre più difficile. Finalmente la svolta verso la guarigione ci fu nell’aprile 2006, quando mia moglie iscrisse anche me al Convegno della Comunità Gesù Risorto. Tante volte mi aveva invitato all’incontro settimanale, che a me, però, non convinceva; non so, perciò, perché stavolta accettai di partire, sebbene con tutti i miei dubbi.

A pochi giorni della partenza, soffrivo così tanto che dissi a mia moglie: «Io non parto più!», ma lei insistette fino al punto che mi convinse. Così, non senza difficoltà arrivai al Convegno.

Nel momento più intenso della preghiera, iniziai a sentire strane sensazioni. Anche se non capivo il loro modo di pregare, provai ad alzarmi, unendomi agli altri… ma il mio corpo iniziò a tremare, sempre più forte… Non mi rendevo conto di che cosa mi stesse succedendo; poi ho capito che era Gesù che mi stava toccando e col suo grande amore mi stava guarendo! Era come se il mio corpo non mi appartenesse più, perché l’aveva preso Lui!

Tornando in albergo constatai che camminavo già meglio e che non sentivo più tutti quei dolori e subito mi resi conto che qualcosa stava realmente cambiando.

Al rientro a casa sentii la necessità di riavvicinarmi alla Chiesa: Gesù era ormai entrato nel mio cuore e voleva purificarlo.

Col passare dei giorni depressione, trombo-flebite e problemi alla colonna vertebrale continuarono a diminuire, fino a scomparire del tutto e compresi che solo Gesù poteva essere stato un medico così bravo. Da allora non faccio più uso di farmaci; ma la cosa più importante è che vado sempre a Messa e frequento la Comunità insieme con mia moglie.

Lode e gloria a Te, Gesù, Salvatore del mondo.

Franco – Parr. “San Pietro in Vincoli” – Ittiri

Pin It on Pinterest

Share This