Insieme per l’Europa

“Incontro, Riconciliazione e Futuro”

Monaco (Germania) 30 giugno – 2 luglio 2016

 

Siamo circa 1700 partecipanti, in rappresentanza di 200 Movimenti e Comunità, convenuti a Monaco per la grande manifestazione annuale che avrà luogo presso il “Circus-Krone-Bau”. Ci accoglie una serata di preparazione, con momenti di preghiera e testimonianze sulla “cultura del benvenuto”, già presente in ognuno di noi e da coltivare. Il giorno dopo, 30 giugno, ha inizio il Convegno, al quale fanno seguito Forum e Tavole rotonde. Nei visi dei presenti si legge inizialmente molta preoccupazione per i recenti fatti di cronaca, ma ancora più forte è il desiderio di lavorare insieme per un’Europa cristiana.

Walter KasperAprono i lavori il “Comitato di orientamento”, che presiede tutte le attività di IxE, il Cardinal Walter Kasper (teologo cattolico tedesco,) e altri esponenti delle Confessioni evangeliche e protestanti. In ogni parola emerge che l’unità fra di noi è un dovere, perché è un progetto del Signore. È perciò fondamentale creare una “rete” fra di noi, di vite e di cuori, come avveniva fra i primi Cristiani. Dobbiamo dire il nostro “sì”, in comunione con le “madri” e i “padri” delle nostre Chiese, per arrivare ad amare le “madre” e i “padri” delle altre Chiese.

 

 

Nel pomeriggio, al Forum “Dare un’anima all’Europa – Fraternità vissuta”, i vari interventi ci portano a riflettere sulla nostra “unità nella diversità”, sul superamento dei fondamentalismi e sul fatto che non siamo abbastanza riconoscenti per il dono della pace.

Il “pane condiviso” è il tema principale del giorno seguente. Noi dobbiamo continuare a sederci insieme, come amici, per condividere la speranza: dopo aver guardato insieme anche le ferite passate, è necessario che andiamo avanti, allungando la mano per offrire amicizia a tutti.

day2_01Il tutto è intervallato da spettacoli e danze sulla gioia e sulla riconciliazione e anche dal ricordo dei martiri cristiani contemporanei.

Fra le Tavole rotonde del pomeriggio, dislocati in vari luoghi della città, noi siamo a quella che, partendo dall’enciclica di Papa Francesco “Laudato sii”, ci spinge ad aumentare il senso della nostra responsabilità di Cristiani nei confronti dell’ambiente, dono del Creatore.

Dai lavori di tutte le Tavole rotonde emerge che l’Europa non può essere governata partendo solo dalle esigenze del Mercato, né tantomeno dalla paura. Come Cristiani dobbiamo riscoprire la nostra identità, come risposta alla “preghiera per l’unità” fatta da Gesù, certi che Dio Padre guiderà i nostri passi per l’unità nostra e dell’Europa. Per questo è importante la preghiera in comunione.

Day3_02Il giorno conclusivo inizia con la preghiera ecumenica per la pace, in varie chiese di Monaco. Nel pomeriggio grande manifestazione a Karlsplatz, aperta da Maria Voce, del Movimento dei Focolari, per testimoniare che “l’unità è possibile” e nel corso della quale vengono trasmessi in video i messaggi del Patriarca ortodosso Bartolomeo e di Papa Francesco.

 

 

 

DAy_3_03Sul palco una grande porta di legno, sbarrata da travi come segno di incomunicabilità; travi che vengono rimosse simbolicamente man mano, a voler sottolineare, anche visivamente, il tema centrale: «La riconciliazione apre al futuro – 500 anni di divisione sono abbastanza». Testimoni di questa unità già in corso, salgono insieme sul palco il Cardinal Kurt Koch (Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei Cristiani), il Vescovo evangelico Frank Otfried July (Federazione Luterana Mondiale), il Reverendo Olav Fykse Tveit (Consiglio Ecumenico delle Chiese) e il Metropolita Serafim Joanta (Metropolita rumeno-ortodosso per il Nord Europa). Il messaggio di tutti è che l’unità è possibile, in una diversità riconciliata che vuole abbattere sospetti e chiusure del passato.

 

 

Seguono interventi e testimonianze sulla “cultura del rapporto e della misericordia”; e anche su “Missione e Futuro”, con il Vescovo evangelico Henrich Bedford-Strohm, l’Arcivescovo cattolico di Monaco Cardinal Reinhard Marx e p. Heinrich Walter, del Movimento di Shoenstatt, che lavorano da tempo per l’unità dei Cristiani.

Rinnoviamo quindi, tutti insieme, il “Patto d’amore reciproco” e riceviamo in dono una chiave sulla quale sono scritte tre “parole-chiave” per costruire l’unità nelle famiglie, nelle Comunità, nella Chiesa, nell’Europa, ossia: incontro, riconciliazione e futuro. Con queste chiavi in mano viviamo quindi un significativo momento di evangelizzazione in strada, fermando i passanti e presentandoci come Cristiani uniti. Un bellissimo concerto, organizzato dalle band musicali dei vari Movimenti presenti, conclude la manifestazione.

Petra Rovitti e Giovanna Sinatra

day3_01

Day_3_02 day_3_06 day3_04 day3_05

Day3_02Day_3_07day2_01

Pin It on Pinterest

Share This