CRONACA RITIRO RESPONSABILI DI MILANO E TORINO
11 settembre 2016

Quest’anno il consueto incontro dei Responsabili della diocesi di Milano e Torino si svolge presso l’accogliente parrocchia di San Galdino, periferia est di Milano.
Sono le 9 e alla spicciolata arriviamo da vari punti della città insieme ai fratelli che giungono da Torino, come al solito al momento dell’accoglienza siamo tutti felici di incontrarci; siamo diciotto, ma in questo numero sono compresi per il pranzo anche i mariti di due Responsabili che validamente ci supportano nella sistemazione delle cose pratiche, con discrezione e sempre rispettosi dei nostri tempi, disponibili all’occorrenza e pazienti nell’attesa che finiscano i nostri incontri di preghiera che anche loro, stando nelle vicinanze, in qualche modo respirano. whatsapp-image-2016-09-12-at-15-16-56Ci ritroviamo in una grande sala dell’oratorio, iniziamo la preghiera di lode al Signore e deponiamo ai piedi di Gesù ogni ansia e peso pastorale insieme alla nostra vita con le sue gioie e i suoi dolori, che acquista senso e più sapidità quando è dedicata al servizio, e Lui ci invia il suo Santo Spirito con la Parola tratta dal capitolo 5 della Prima Lettera di Pietro che scrive proprio ai responsabili di Comunità e tra le varie esortazioni ci dice: “Voi come pastori, abbiate cura del gregge che Dio vi ha affidato…. State attenti e ben svegli… resistete forti nella fede… Dio vi darà pace. Da lui viene ogni grazia, ed è lui che vi ha chiamati a partecipare alla sua gloria eterna, per mezzo di Cristo. Perciò egli vi renderà stabili e forti, vi metterà su solide fondamenta”. Ringraziamo Dio per questa Parola che ci conforta e ci conferma nella responsabilità, la “gustiamo”, la commentiamo, la preghiamo… Ore 11, è il tempo della Santa Messa, partecipiamo con gioia a quella parrocchiale, celebrata dal parroco Don Augusto che molto accogliente ci presenta all’assemblea. Per esprimere la nostra gratitudine alla comunità parrocchiale e in accordo con il parroco, una nostra sorella, accompagnata alla chitarra da suo marito, esegue un canto di ringraziamento e di adorazione a Gesù dopo la Comunione, è un momento di grazia, e alla fine della celebrazione molte persone si interessano a noi chiedendo chi siamo, colpiti dalla bellezza di quel canto. Tornati in oratorio, riprendiamo con una breve preghiera, quindi ci scambiamo le varie notizie e tra queste la bella novità che ci riempie tutti di gioia: il terzo venerdì di ogni mese potremo animare l’Adorazione eucaristica nella parrocchia di S. Michele Arcangelo dove è presente una delle nostre Comunità; è questa un’iniziativa che abbiamo tanto desiderato e finalmente, senza alcuna difficoltà e con naturalezza, ci è viene accordato questo prezioso servizio. Sono i tempi di Dio, le sue vie misteriose e i suoi modi sapienti di convincere i cuori…
Durante la pausa del pranzo il parroco viene a trovarci e si intrattiene con noi per avere informazioni sulla Comunità, spieghiamo a grandi linee, ripromettendoci di portargli lo Statuto, alcune Riviste, i cd dei canti.
whatsapp-image-2016-09-12-at-15-17-00Il momento conviviale è sempre gioioso mentre condividiamo quello che ognuno di noi ha preparato e le altre prelibatezze… davvero “com’è bello, come dà gioia che i fratelli stiano insieme”. Nella ripresa della preghiera iniziamo intonando a cori alterni di voci maschili e femminili un canto di lode a Dio, e l’alternanza ci fa cogliere la bellezza della diversità e della complementarietà che ci unisce in una fraternità più profonda che ci arricchisce, e con questo sentimento di gratitudine al Creatore preghiamo con l’imposizione delle mani sui fratelli di Torino; c’è una grande grazia su di loro, e di nuovo la Parola di Dio scende nei cuori puntuale a confortare, ammaestrare, incoraggiare. Mentre il tempo incalza, prendiamo accordi sui prossimi appuntamenti comunitari: a Milano il 2 ottobre con il Ritiro dei Giovani e il 16 ottobre con il Ritiro degli adulti e a Torino il 6 novembre con il Ritiro per tutte le Comunità del nord Italia; poi la delegata Luisa D’Angella comunica alcuni aggiornamenti riguardanti l’evoluzione della nostra Comunità in seguito al riconoscimento del nostro Statuto e ce ne raccomanda la lettura per esteso sulle prossime Riviste. Il nostro Ritiro volge al termine, ci salutiamo con affetto; è stato ancora una volta un incontro ricco di grazia, sia sempre benedetto Dio che ce lo concede.

Clara Cocola Rioli

Pin It on Pinterest

Share This